• Edizioni di altri A.A.:
  • 2022/2023

  • Lingua Insegnamento:
    ITALIANO 
  • Testi di riferimento:
    Foray D. (2006), L’economia della conoscenza, Il Mulino, Bologna.
    Schilling M.A., Izzo F. (2013), Gestione dell’innovazione, McGraw-Hill, Milano

    Altro materiale di approfondimento sarà indicato nel corso delle lezioni. 
  • Obiettivi formativi:
    OBIETTIVI FORMATIVI

    Il corso si propone l’obiettivo di trasmettere agli studenti le conoscenze di base sulle origini e sugli svolgimenti storici della rivoluzione tecnologica e scientifica che ha rappresentato il maggior fattore moderno di crescita economica e sociale e sviluppo sostenibile e che ha prodotto quella che si definisce “economia della conoscenza”.
    Nell’accezione positiva, si studia la produzione di valore economico attraverso la conoscenza, considerando le strutture cognitive e gli integratori virtuali, logistici e relazionali che implementano le reti di produzione e propagazione della conoscenza nell’economia contemporanea. Una parte del corso sarà incentrata sul ruolo del capitale umano nelle moderne dinamiche di crescita e sviluppo. Verrà, inoltre, affrontato il tema dello sviluppo economico sostenibile nell’era della conoscenza.

    RISULTATI DELL’APPRENDIMENTO ATTESI

    CONOSCENZA E COMPRENSIONE
    Lo studente, con l’acquisizione dei crediti formativi, avrà acquisto gli strumenti per:
    - comprendere i complessi fenomeni dei processi di sviluppo delle economie basate sulla conoscenza;
    - valutare in modo critico le ragioni che giustificano le diverse politiche di sviluppo poste in essere dai decisori pubblici, anche e soprattutto in tema di sostenilità.

    CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
    Al termine del corso gli studenti saranno in grado di applicare le conoscenze acquisite per analizzare i problemi dell’informazione e della conoscenza e la loro influenza sul funzionamento dell’economia e sulla sostenibilità.

    AUTONOMIA DI GIUDIZIO
    Lo studente sarà in grado di raccogliere e valutare in maniera autonoma le informazioni necessarie per l’analisi e la risoluzione di problemi legati allo sviluppo economico sostenibile nell’era della conoscenza.
    L’effettivo possesso dell’autonomia di giudizio è verificata attraverso la prova di verifica in cui dovrà dimostrare capacità di sintesi, di analisi, di elaborazione e appropriatezza di linguaggio.

    ABILITÀ COMUNICATIVE
    Gli studenti sapranno esporre con un adeguato linguaggio e con rigore metodologico le conoscenze acquisite.

    CAPACITÀ DI APPRENDERE
    Lo studente sarà in grado di comprendere il ruolo della conoscenza nei modelli di crescita e sviluppo sostenibile e avrà acquisito un metodo di lavoro utile per l’aggiornamento continuo nel proprio contesto lavorativo di riferimento, anche grazie alla discussione in aula di casi studio utili per applicare quanto appreso dal punto di vista teorico. 
  • Prerequisiti:
    Nessuno 
  • Metodi didattici:
    Lezioni frontali ed esercitazioni anche con l'uso di slide in Power Point, rese poi disponibili agli studenti, i quali possono scaricarle in formato pdf dalla pagina dell'insegnamento 
  • Modalità di verifica dell'apprendimento:
    La verifica dell'apprendimento viene effettuata con esame scritto con votazione espressa in trentesimi.
    La prova mira ad accertare il livello di conoscenza degli argomenti indicati nel programma e a verificare che lo studente abbia acquisito conoscenza della disciplina, capacità di interpretazione dei dati economici e capacità di esposizione chiara e ragionata. La prova scritta consiste in 3 domande a risposta aperta sugli argomenti trattati a lezione, a ciascuna delle quali viene attribuita una votazione massima di 10/30. La valutazione avviene sommando i punteggi maturati per le risposte fornite alle tre domande. La risposta a ciascuna domanda comporta l’attribuzione di un punteggio da 0 a 10, a seconda che la risposta dimostri un livello di preparazione insufficiente (da 0 a 2 punti), sufficiente (da 3 a 4 punti), buono (da 5 a 6 punti), molto buono (da 7 a 8 punti), eccellente (da 9 a 10 punti). La lode viene attribuita in caso di attribuzione di un punteggio pari a 10 per ciascuna domanda a risposta aperta. Il mancato raggiungimento del punteggio minimo di 18/30 comporta il mancato superamento dell’esame.
    Durante il semestre di svolgimento delle lezioni sono previste due prove parziali scritte. Ciascuna prova consiste in 3 domande a risposta aperta sugli argomenti trattati a lezione fino alla data di svolgimento del parziale, a ciascuna delle quali viene attribuita una votazione massima di 10/30 secondo le modalità sopra precisate. Per il superamento dell’esame è necessario superare entrambi i parziali con una votazione minima di 18/30 ciascuno. Il voto finale complessivo è dato dalla media aritmetica dei voti dei due parziali. La lode viene riconosciuta solo se si ha già la lode in almeno uno dei due parziali e 30 nell'altro. 
  • Sostenibilità:
    Il corso tratta anche tematiche riconducibili alla sostenibilità ambientale, sociale ed economica riconducibili ai seguenti Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda ONU 2030: obiettivo 1 (sconfiggere la povertà), obiettivo 3 (salute e benessere), obiettivo 4 (istruzione e qualità), obiettivo 11 (città e comunità sostenibili) e obiettivo 13 (lotta contro il cambiamento climatico). 
  • Altre Informazioni:
    E-mail: donatella.furia@unich.it

    Giorno di ricevimento: Mercoledì 14.00-16.00 

Il corso si divide in quattro parti. Nella prima, a partire dall’inquadramento della disciplina, si studiano le sue evoluzioni storiche negli aspetti normativi e del pensiero, nonché nelle sperimentazioni empiriche ed effettuali. Nella seconda, si configurano i modelli teorici delle attività di produzione coniugate alle codificazioni della conoscenza sia pubblica che privata. La terza parte approfondisce il ruolo dell’innovazione come forza strategica nell’era dell’economia della conoscenza.
Nella quarta parte, a partire dalla letteratura economica sui limiti dello sviluppo, si proporranno approfondimenti per dare una risposta al perché nell’era della conoscenza si continui ad assistere ad una “crescita senza sviluppo”. Si tratteranno, quindi, gli strumenti della politica economica attraverso i quali costruire una società della conoscenza sostenibile.

Si ricostruiscono le origini e gli svolgimenti storici della rivoluzione tecnologica e scientifica che ha rappresentato il maggior fattore moderno di crescita economica e sociale e che ha prodotto quella che si definisce “economia della conoscenza”. Nell’accezione positiva, si studia la produzione di valore economico attraverso la conoscenza, considerando le strutture cognitive e gli integratori virtuali, logistici e relazionali che implementano le reti di produzione e propagazione della conoscenza nell’economia contemporanea. Una parte del corso sarà incentrata sul ruolo del capitale umano nelle moderne dinamiche di crescita e sviluppo.
Il corso si divide in quattro parti. Nella prima, a partire dall’inquadramento della disciplina, si studiano le sue evoluzioni storiche negli aspetti normativi e del pensiero, nonché nelle sperimentazioni empiriche ed effettuali. Nella seconda, si configurano i modelli teorici delle attività di produzione coniugate alle codificazioni della conoscenza sia pubblica che privata. La terza parte approfondisce il ruolo dell’innovazione come forza strategica nell’era dell’economia della conoscenza.
L’erogazione dei contenuti segue indicativamente la successiva articolazione:
- Le origini e gli svolgimenti storici dell’economia della conoscenza
- Lo sviluppo delle economie basate sulla conoscenza
- Produzione e codificazione della conoscenza
- Le esternalità legate alla conoscenza
- Conoscenze private e conoscenze pubbliche
- Le dinamiche dell’innovazione tecnologica
- L’elaborazione di una strategia di innovazione tecnologica
- L’implementazione di una strategia di innovazione tecnologica.
- Brevi cenni sui limti dello sviluppo (Meadows, D.H., Randers J., Meadows D.L. 1972);
- Concetto di sviluppo sostenibile;
- La politica economica per lo sviluppo sostenibile.

Avvisi

Nessun avviso in evidenza

Documenti

Nessun documento in evidenza

Scopri cosa vuol dire essere dell'Ud'A

SEDE DI CHIETI
Via dei Vestini,31
Centralino 0871.3551

SEDE DI PESCARA
Viale Pindaro,42
Centralino 085.45371

email: info@unich.it
PEC: ateneo@pec.unich.it
Partita IVA 01335970693

icona Facebook   icona Twitter

icona Youtube   icona Instagram